Skip to content

Anziani, Fitto: Zingaretti vuole smantellare le RSA. Errore grave, devono essere, invece, il fulcro dell’assistenza

07 luglio 2020

Di seguito la dichiarazione del candidato presidente del centrodestra per la Puglia, Raffaele Fitto

“Davvero INCOMPRENSIBILE la dichiarazione del segretario nazionale del Partito democratico e presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che ha annunciato la volontà di cancellare le RSA, da lui ritenute un modello superato di assistenza agli anziani.
In Regioni amministrate in maniera disastrosa come la Puglia, con l’assistenza territoriale semplicemente inesistente, e il welfare gestito solo per distribuire prebende, le RSA sono un riferimento imprescindibile per tante famiglie, e smantellarle sarebbe una follia. Anche in considerazione di come hanno retto dignitosamente la bufera scatenata dalla pandemia Covid-19, nonostante la latitanza del Governo regionale nella fornitura e distribuzione dei DPI agli operatori sanitari.
Zingaretti sbaglia. Le RSA vanno valorizzate come fulcro di una rete di assistenza alternativa all’ospedale i cui nodi devono essere interconnessi tra assistenza domiciliare, ambulatoriale, semiresidenziale e residenziale e il Tuo governo ha il dovere di reperire risorse da destinare a tutto ciò se veramente abbiamo l’idea della presa in carico globale e a lungo termine dell’anziano non autosufficiente e delle loro famiglie”.

Anziani, Fitto: Zingaretti vuole smantellare le RSA. Errore grave, devono essere, invece, il fulcro dell’assistenza

07 luglio 2020

Di seguito la dichiarazione del candidato presidente del centrodestra per la Puglia, Raffaele Fitto

“Davvero INCOMPRENSIBILE la dichiarazione del segretario nazionale del Partito democratico e presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che ha annunciato la volontà di cancellare le RSA, da lui ritenute un modello superato di assistenza agli anziani.
In Regioni amministrate in maniera disastrosa come la Puglia, con l’assistenza territoriale semplicemente inesistente, e il welfare gestito solo per distribuire prebende, le RSA sono un riferimento imprescindibile per tante famiglie, e smantellarle sarebbe una follia. Anche in considerazione di come hanno retto dignitosamente la bufera scatenata dalla pandemia Covid-19, nonostante la latitanza del Governo regionale nella fornitura e distribuzione dei DPI agli operatori sanitari.
Zingaretti sbaglia. Le RSA vanno valorizzate come fulcro di una rete di assistenza alternativa all’ospedale i cui nodi devono essere interconnessi tra assistenza domiciliare, ambulatoriale, semiresidenziale e residenziale e il Tuo governo ha il dovere di reperire risorse da destinare a tutto ciò se veramente abbiamo l’idea della presa in carico globale e a lungo termine dell’anziano non autosufficiente e delle loro famiglie”.

Anziani, Fitto: Zingaretti vuole smantellare le RSA. Errore grave, devono essere, invece, il fulcro dell’assistenza

07 luglio 2020

Di seguito la dichiarazione del candidato presidente del centrodestra per la Puglia, Raffaele Fitto

“Davvero INCOMPRENSIBILE la dichiarazione del segretario nazionale del Partito democratico e presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che ha annunciato la volontà di cancellare le RSA, da lui ritenute un modello superato di assistenza agli anziani.
In Regioni amministrate in maniera disastrosa come la Puglia, con l’assistenza territoriale semplicemente inesistente, e il welfare gestito solo per distribuire prebende, le RSA sono un riferimento imprescindibile per tante famiglie, e smantellarle sarebbe una follia. Anche in considerazione di come hanno retto dignitosamente la bufera scatenata dalla pandemia Covid-19, nonostante la latitanza del Governo regionale nella fornitura e distribuzione dei DPI agli operatori sanitari.
Zingaretti sbaglia. Le RSA vanno valorizzate come fulcro di una rete di assistenza alternativa all’ospedale i cui nodi devono essere interconnessi tra assistenza domiciliare, ambulatoriale, semiresidenziale e residenziale e il Tuo governo ha il dovere di reperire risorse da destinare a tutto ciò se veramente abbiamo l’idea della presa in carico globale e a lungo termine dell’anziano non autosufficiente e delle loro famiglie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *