Skip to content

SS 275, Fitto: Dopo tanti anni di attesa ora basta! Serve un commissario

23 maggio 2020

La proposta del co-presidente del gruppo europeo ECR-FRATELLI D’ITALIA, Raffaele Fitto

“Il Governo ha annunciato l’emanazione di un DPCM (ai sensi dell’articolo 4 del Decreto Blocca Cantieri) per accelerare la realizzazione di 25 opere pubbliche già finanziate con procedure semplificate e con la supervisione di un commissario sul modello del Ponte di Genova.
A questo punto ritengo fondamentale che tutti i rappresentanti istituzionali del territorio si mobilitino e chiedano al Ministro per le Infrastrutture che la S.S. 275 Maglie-Leuca venga inserita in questo elenco per superare definitivamente questa incredibile situazione.

Basti pensare che:
– è un’opera strategica prevista dalla legge Obiettivo del 2001;
– è stata già interamente finanziata (su mia proposta) una prima parte nel 2003 dalla Regione ed il resto nel 2009 dal Governo;
– dal 2016, dopo l’annullamento in autotutela dell’aggiudicazione definitiva e l’avvio della nuova procedura, sono trascorsi altri 4 anni;
– in questi giorni, purtroppo, apprendiamo che mancano ancora diversi pareri ministeriali e l’approvazione da parte sia del CIPE che della Corte dei Conti.
– tutto ciò, tradotto in tempi, significa che mancano ancora diversi anni prima di arrivare a un progetto esecutivo approvato, gara e inizio lavori.

Ritengo la situazione grave e inaccettabile e per questo motivo credo che l’unica soluzione possibile sia pretendere che la SS 275 venga inserita tra le opere nel DPCM in questione, per consentire la sua accelerazione con procedure semplificate e con la supervisione affidata a un commissario”.

SS 275, Fitto: Dopo tanti anni di attesa ora basta! Serve un commissario

23 maggio 2020

La proposta del co-presidente del gruppo europeo ECR-FRATELLI D’ITALIA, Raffaele Fitto

“Il Governo ha annunciato l’emanazione di un DPCM (ai sensi dell’articolo 4 del Decreto Blocca Cantieri) per accelerare la realizzazione di 25 opere pubbliche già finanziate con procedure semplificate e con la supervisione di un commissario sul modello del Ponte di Genova.
A questo punto ritengo fondamentale che tutti i rappresentanti istituzionali del territorio si mobilitino e chiedano al Ministro per le Infrastrutture che la S.S. 275 Maglie-Leuca venga inserita in questo elenco per superare definitivamente questa incredibile situazione.

Basti pensare che:
– è un’opera strategica prevista dalla legge Obiettivo del 2001;
– è stata già interamente finanziata (su mia proposta) una prima parte nel 2003 dalla Regione ed il resto nel 2009 dal Governo;
– dal 2016, dopo l’annullamento in autotutela dell’aggiudicazione definitiva e l’avvio della nuova procedura, sono trascorsi altri 4 anni;
– in questi giorni, purtroppo, apprendiamo che mancano ancora diversi pareri ministeriali e l’approvazione da parte sia del CIPE che della Corte dei Conti.
– tutto ciò, tradotto in tempi, significa che mancano ancora diversi anni prima di arrivare a un progetto esecutivo approvato, gara e inizio lavori.

Ritengo la situazione grave e inaccettabile e per questo motivo credo che l’unica soluzione possibile sia pretendere che la SS 275 venga inserita tra le opere nel DPCM in questione, per consentire la sua accelerazione con procedure semplificate e con la supervisione affidata a un commissario”.

SS 275, Fitto: Dopo tanti anni di attesa ora basta! Serve un commissario

23 maggio 2020

La proposta del co-presidente del gruppo europeo ECR-FRATELLI D’ITALIA, Raffaele Fitto

“Il Governo ha annunciato l’emanazione di un DPCM (ai sensi dell’articolo 4 del Decreto Blocca Cantieri) per accelerare la realizzazione di 25 opere pubbliche già finanziate con procedure semplificate e con la supervisione di un commissario sul modello del Ponte di Genova.
A questo punto ritengo fondamentale che tutti i rappresentanti istituzionali del territorio si mobilitino e chiedano al Ministro per le Infrastrutture che la S.S. 275 Maglie-Leuca venga inserita in questo elenco per superare definitivamente questa incredibile situazione.

Basti pensare che:
– è un’opera strategica prevista dalla legge Obiettivo del 2001;
– è stata già interamente finanziata (su mia proposta) una prima parte nel 2003 dalla Regione ed il resto nel 2009 dal Governo;
– dal 2016, dopo l’annullamento in autotutela dell’aggiudicazione definitiva e l’avvio della nuova procedura, sono trascorsi altri 4 anni;
– in questi giorni, purtroppo, apprendiamo che mancano ancora diversi pareri ministeriali e l’approvazione da parte sia del CIPE che della Corte dei Conti.
– tutto ciò, tradotto in tempi, significa che mancano ancora diversi anni prima di arrivare a un progetto esecutivo approvato, gara e inizio lavori.

Ritengo la situazione grave e inaccettabile e per questo motivo credo che l’unica soluzione possibile sia pretendere che la SS 275 venga inserita tra le opere nel DPCM in questione, per consentire la sua accelerazione con procedure semplificate e con la supervisione affidata a un commissario”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *