Skip to content

Quarantena in Puglia, Fitto: Prima sì, poi no, poi di nuovo sì… serve chiarezza!

28 aprile 2020

Dichiarazione del co-presidente del gruppo europeo ECR-FRATELLI D’ITALIA, Raffaele Fitto

“Se la situazione non fosse così drammatica sarebbe comica: quarantena sì – quarantena no – e ora di nuovo quarantena sì! Ma si possono dare informazioni così contrastanti fra di loro?
Riavvolgiamo il nastro: dopo giorni dall’annuncio del lockdown, il 14 marzo, Emiliano emanava un’ordinanza che stabiliva la quarantena per chiunque rientrasse in Puglia. L’ordinanza scadeva il 3 aprile, e mentre molte altre Regioni avevano prorogato l’obbligo di quarantena, in Puglia non veniva fatto perché Emiliano faceva sapere, tramite l’Avvocatura regionale, che bastavano i Decreti di Conte. Nel frattempo ci sono stati numerosi rientri in Puglia senza alcun obbligo di quarantena. I sindaci, quello di Minervino di Lecce in testa, hanno protestano e anche l’Anci Puglia, il 18 aprile, ha chiesto spiegazioni, ma niente. Oggi, invece, apprendiamo dalla stampa, che Emiliano starebbe preparando un’ordinanza che ristabilisce la quarantena per tutti coloro che rientrano in Puglia.
E come facciamo ora con i turisti che Emiliano solo 4 giorni fa, in una delle sue numerose interviste, aveva invitato in Puglia garantendo peraltro tamponi per tutti? Facciamo a loro i tamponi (ma non agli operatori sanitari!) e poi li mettiamo in quarantena?
Meglio fare meno comparsate televisive e quindi meno confusione e gestire responsabilmente e con serietà questa emergenza”.

Quarantena in Puglia, Fitto: Prima sì, poi no, poi di nuovo sì… serve chiarezza!

28 aprile 2020

Dichiarazione del co-presidente del gruppo europeo ECR-FRATELLI D’ITALIA, Raffaele Fitto

“Se la situazione non fosse così drammatica sarebbe comica: quarantena sì – quarantena no – e ora di nuovo quarantena sì! Ma si possono dare informazioni così contrastanti fra di loro?
Riavvolgiamo il nastro: dopo giorni dall’annuncio del lockdown, il 14 marzo, Emiliano emanava un’ordinanza che stabiliva la quarantena per chiunque rientrasse in Puglia. L’ordinanza scadeva il 3 aprile, e mentre molte altre Regioni avevano prorogato l’obbligo di quarantena, in Puglia non veniva fatto perché Emiliano faceva sapere, tramite l’Avvocatura regionale, che bastavano i Decreti di Conte. Nel frattempo ci sono stati numerosi rientri in Puglia senza alcun obbligo di quarantena. I sindaci, quello di Minervino di Lecce in testa, hanno protestano e anche l’Anci Puglia, il 18 aprile, ha chiesto spiegazioni, ma niente. Oggi, invece, apprendiamo dalla stampa, che Emiliano starebbe preparando un’ordinanza che ristabilisce la quarantena per tutti coloro che rientrano in Puglia.
E come facciamo ora con i turisti che Emiliano solo 4 giorni fa, in una delle sue numerose interviste, aveva invitato in Puglia garantendo peraltro tamponi per tutti? Facciamo a loro i tamponi (ma non agli operatori sanitari!) e poi li mettiamo in quarantena?
Meglio fare meno comparsate televisive e quindi meno confusione e gestire responsabilmente e con serietà questa emergenza”.

Quarantena in Puglia, Fitto: Prima sì, poi no, poi di nuovo sì… serve chiarezza!

28 aprile 2020

Dichiarazione del co-presidente del gruppo europeo ECR-FRATELLI D’ITALIA, Raffaele Fitto

“Se la situazione non fosse così drammatica sarebbe comica: quarantena sì – quarantena no – e ora di nuovo quarantena sì! Ma si possono dare informazioni così contrastanti fra di loro?
Riavvolgiamo il nastro: dopo giorni dall’annuncio del lockdown, il 14 marzo, Emiliano emanava un’ordinanza che stabiliva la quarantena per chiunque rientrasse in Puglia. L’ordinanza scadeva il 3 aprile, e mentre molte altre Regioni avevano prorogato l’obbligo di quarantena, in Puglia non veniva fatto perché Emiliano faceva sapere, tramite l’Avvocatura regionale, che bastavano i Decreti di Conte. Nel frattempo ci sono stati numerosi rientri in Puglia senza alcun obbligo di quarantena. I sindaci, quello di Minervino di Lecce in testa, hanno protestano e anche l’Anci Puglia, il 18 aprile, ha chiesto spiegazioni, ma niente. Oggi, invece, apprendiamo dalla stampa, che Emiliano starebbe preparando un’ordinanza che ristabilisce la quarantena per tutti coloro che rientrano in Puglia.
E come facciamo ora con i turisti che Emiliano solo 4 giorni fa, in una delle sue numerose interviste, aveva invitato in Puglia garantendo peraltro tamponi per tutti? Facciamo a loro i tamponi (ma non agli operatori sanitari!) e poi li mettiamo in quarantena?
Meglio fare meno comparsate televisive e quindi meno confusione e gestire responsabilmente e con serietà questa emergenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *